Crea sito

Conte: “USA, votate me. I miei capelli sono migliori”

Conte: “USA, votate me. I miei capelli sono migliori”

ROMA – Sarà la sicurezza data da una travolgente e spettacolare qualificazione ad Euro 2016, o la mancanza di conoscenza della costituzione americana, fatto sta che Antonio Conte non é mai stato uno che le manda a dire.

Come tanti italiani, anche il CT della nazionale segue la campagna presidenziale americana, e come molti connazionali ha un candidato preferito.

Quello che però distingue l’ex centrocampista della Juventus dagli altri, é il tipo di avversione per uno degli aspiranti inquilini della Casa Bianca.

Ai microfoni di Marcia, non vengono proferiti mezzi termini: “dovrebbero vodare me in Ameriga, sarei un bresidende migliore, come già ho dimosdrado da giddì. E poi ho dei gabelli migliori, di moldo. E l’immagine gonda, lo sanno duddi.”

Di fronte all’obiezione che negli USA non é prevista l’elezione di uno straniero a presidente, non si scompone: “si dradda di deddagli, gome gon la brogura. In fondo gli amerigani sono figli di sdranieri migradi”

The following two tabs change content below.
Sōzokujin Van der Uil

Sōzokujin Van der Uil

Datemi una graffetta e unirò i fogli volanti.
Non crediamo di avere problemi di personalità multiple.