Crea sito

Prime parole di Miranda all’Inter: “AVADA KEDAVRA!”

Prime parole di Miranda all’Inter: “AVADA KEDAVRA!”

MILANO – Ci sono prime volte fuori dal comune, nella vita come nel pallone.

Dopo Cantona che, appena arrivato allo United, disse di volere, sul retro della maglietta, la scritta “Moi” al posto del nome, Miranda lascia a sua volta il segno.

Il difensore, ex colchoneros vicecampioni d’Europa, appena unitosi all’Inter, saluta i nuovi tifosi e pronuncia delle prime parole memorabili: “Avada Kedavra!”.

Il perchè viene poi spiegato dallo stesso giocatore sui social.

Un estratto del comunicato:

“Ho scelto, nella mia carriera, di rappresentare ed essere un eroe contro-corrente.
Voldemort è uno di questi: sempre impegnato a riformare un mondo alla deriva morale, sociale, economica. Fermato dal complotto ordito da un branco hippie pelandrono.
Sconfitto anni dopo dal figlio ritardato (ma, porello, molestato sessualmente) di una coppia tra gli antichi cospiratori.
E sconfitto per solo culo, per giunta.
Così ho scelto di servire l’Atletico, grande avversario dei ricchi prepotenti, Real e Barcellona.
E ora sono qui, a Milano, per combattete lo strapotere economico del Carpi.”

Ma alcune ore dopo, la svolta inattesa: dal profilo di un ex compagno di scuola, partono le condivisioni a una foto: Miranda, da giovane, ai tempi della scuola.

Miranda frequentava una scuola di magia e stregoneria. Miranda era un mago.
Miranda ha subito una ricostruzione del naso.
Miranda vuole vendetta.

Da Londra giunge un comunicato della casa editrice di JK Rowling: “Il giocatore Miranda deve rispondere delle obbligazioni di un contratto di lavoro che ha ancora presso di noi”.

Il mistero sul neo acquisto nerazzurro si infittisce.

 

Notizia: [M23]
Testo: Sōzokujin

The following two tabs change content below.
Sōzokujin Van der Uil

Sōzokujin Van der Uil

Datemi una graffetta e unirò i fogli volanti.
Non crediamo di avere problemi di personalità multiple.