Crea sito

Shock nel calcio: trovato giocatore africano che non mente sulla sua vera età

Shock nel calcio: trovato giocatore africano che non mente sulla sua vera età

Foligno, Perugia. Una delle storie più curiose di questi giorni della cronaca perugina, in una di quelle che rientra sicuramente nelle tre città più grandi della regione.

“Lo vedevo sempre giocare in piazza.” ci dice Mauro Petrino, giovane 83enne senza denti della zona. “era bravo con la palla. Tutti i ragazzini lo volevano sempre in squadra, perchè chi stava con lui vinceva” ci racconta il signor Petrino. Già, ma “lui” chi?

Lui” è il caso che ha fatto clamore in questi giorni nel mondo del calcio. Il protagonista è Franck Cardìn Alì, un ragazzo arrivato da poco in Italia. I suoi genitori, emigrati della Costa d’Avorio, ancora oggi parlando di quella loro decisione di vita di venire in Italia, rivelano: “Come avremmo potuto rifiutare di venire in un Paese dove Renzi ci dà 35 euro al giorno senza far nulla, vivendo in alberghi di lusso e con il Wifi gratis?”

Frank è uno di quei ragazzi cresciuti a calcio e strada, con porte da calcio improvvisate tra zaini rubati al supermercato e disegni su muri di una proprietà privata. “Sì, sono uno che è cresciuto con il calcio nostalgico.” ammette ai microfoni di Tania Fattituoi. “Ma ora per fortuna sono guarito. Mi tatuo regolarmente, metto solo scarpe fluo e mi ossigeno i capelli.”

La vicenda che ha reso famoso Franck a livello nazionale in questi giorni però, non è prettamente calcistica. “Io sono cresciuto nelle giovanili del Foligno, grazie a Marco Laido che un giorno mi vide rubare al supermercato sotto casa del pane, e per non essere preso corsi talmente veloce che ne rimase impressionato. Da quel momento mi fece un provino e mi presero.”

Dopo la sua ultima esperienza in serie D Franck era pronto al grande salto, con la chiamata del Gubbio in Lega Pro. E lì è accaduto l’impensabile. Dopo aver sostenuto le visite mediche, il responso è stato chiaro: la sua età dichiarata coincideva con la sua età.

Una grave mancanza verso le regole del professionismo, che prevedono l’obbligo ai giocatori africani di abbassarsi di qualche anno l’età. Un grave errore per Franck che ora , con le porte del professionismo chiuse, potrebbe rischiare di ricevere anche una lunga squalifica.

The following two tabs change content below.
Nick Name

Nick Name

Se ti dicono che sei mezzo scemo, non prendertela: evidentemente ti conoscono solo la metà.

Inserire un commento

L'indirizo di email non verrà pubblicato.





*